IMPARARE A DIRE DI NO.png

“Puoi rimanere un paio di ore in più per finire quel lavoro?”  “Sì”

“Sai quella relazione che bisognava consegnare tra 10 giorni? Hanno detto che è meglio consegnarla entro domani, spero che ce la farai” “Sì, non c’è problema”

“Vai tu a prendere Marco a calcio?” “Sì”

“Puoi farmi questo favore?”  “Sì”

“Sei andato/a a fare quelle commissioni?” “Sì”

Sì, sì, sì, sempre e solo sì……anche quando si vorrebbe dire di no….

Alcune persone sono abituate a cercare di soddisfare il più possibile le richieste e le aspettative degli altri, senza tenere in considerazione o accantonando le proprie esigenze, i propri bisogni, le proprie opinioni. Molto spesso si tratta di un modo di fare e di rapportarsi che si è così tanto consolidato nel tempo da sembrare una reazione spontanea e naturale a ciò che viene chiesto -o, dopo un po’, dato per scontato- da familiari, amici, capi e colleghi.

La persona che si trova in questa condizione, con il passare del tempo, può avere la percezione di essere prigioniera di una gabbia che lei stessa ha creato: se continua ad accontentare perennemente gli altri, non potrà mai pensare a se stessa; se comincia a dire di no teme di essere rifiutata e di essere giudicata negativamente.

La soluzione è quella di imparare a dire di no con le giuste strategie. Così come gli altri sono stati abituati a ricevere costantemente favori, ad essere aiutati, ad ottenere da lei tutto ciò di cui hanno bisogno o che vogliono, queste stesse persone possono essere abituate a diventare più autonome, responsabili e consapevoli del fatto che non tutto è dovuto.

Per imparare a dire di no è possibile iniziare a seguire i consigli che seguono.

Imparare a dire di no con gradualità

Non sempre è possibile introdurre immediatamente e direttamente dei cambiamenti repentini nel proprio comportamento e nel proprio stile di vita.

Per questo motivo una persona abituata a dire sempre di sì, è difficile che riesca a passare subito ad una condizione di completa libertà e serenità nel dire di no a tutto ciò che non vuole fare. È preferibile che inizi ad affrontare la cosa per piccoli passi, cominciando a dire no ad alcune piccole cose, per poter poi ampliare gradualmente il numero di richieste non esaudite.

Imparare a dire di no con i dovuti modi

Possiamo comunicare in tanti modi diversi una stessa cosa ed il modo in cui comunichiamo può influenzare il nostro benessere e le reazioni degli altri.

“No” può essere detto in tanti modi diversi, più o meno gentili e diplomatici. Se il no è rivolto a persone alle quali si è legati, ovviamente è preferibile non essere aggressivi. È legittimo che la persona possa essere frustrata dalla sua condizione e, in alcune situazioni può essere anche estremamente arrabbiata perchè crede che gli altri si siano approfittati della sua disponibilità, ma se l’obiettivo è anche quello di salvare le relazioni e mantenersi in buoni rapporti, dovrà imparare a comunicare in modo adeguato, magari dopo aver sfogato e canalizzato le emozioni intense dalle quali è travolta.

Quando dici di no, presta attenzione alle reazioni degli altri

Ovviamente il cambiamento nel vostro modo di rapportarvi agli altri cambierà anche il loro comportamento, non necessariamente in termini negativi.

In ogni caso, però, il modo in cui le persone reagiscono al cambio di rotta proposto può fornire delle indicazioni molto utili sul loro carattere, sulla qualità della relazione e sull’efficacia della “strategia” che si sta usando. Spesso le persone abituate a dire sempre di sì temono il rifiuto degli altri, ma sono possibili tante altre reazioni che potrebbero stupirle.

Dott.ssa Erica Tinelli

 Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

I DANNI DELL’ECCESSIVA DISPONIBILITA’

HO UN PROBLEMA CON…(I MIEI GENITORI, I MIEI SUOCERI, IL MIO CAPO,……)

ESSERE GENTILI FA BENE ED E’ UTILE