l_importanza della prima impressione.jpeg

Anche se forse alcune persone potrebbero avere delle difficoltà ad accorgersene o ad ammetterlo, in realtà tutti ci facciamo influenzare dalla prima impressione nel formulare delle valutazioni sugli altri. Poi ci sono delle circostanze nelle quali non ci si ferma a questo, ma si cerca di raccogliere altre informazioni per poter arrivare ad elaborare un giudizio più approfondito.

La prima impressione, però, sicuramente è un elemento molto importante che non bisogna sottovalutare perché tutti la utilizzano per cercare di comprendere gli altri. In modo spesso inconsapevole o consapevole solo in parte, a partire dall’abbigliamento, dal modo di parlare o di camminare, da specifici comportamenti circoscritti, dal tono di voce, dai movimenti, dalle espressioni del viso, dall’aspetto fisico e da tanti altri elementi apparentemente banali, si cerca di comprendere il carattere delle persone, le loro intenzioni, i loro valori, la loro affidabilità.

Perché prestiamo attenzione alla prima impressione?

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, focalizzarsi sulla prima impressione non è un comportamento superficiale e poco serio perché rientra nei meccanismi del funzionamento cognitivo dell’uomo. Ognuno di noi, infatti, anche nell’osservare la cosa più semplice o nello svolgere le azioni meno complesse riceve numerosissimi stimoli che non possono essere elaborati tutti in modo approfondito perché questo processo minuzioso richiederebbe troppo tempo e l’utilizzo di una quantità di energie che non abbiamo.

Abbiamo bisogno di decidere e di agire in fretta e per poterlo fare dobbiamo utilizzare dei ragionamenti rapidi ed automatici, ma ovviamente anche parziali e che in molte circostanze potrebbero rivelarsi sbagliati perché non prevedono l’analisi accurata di tutti i dati importanti. Ed è per questo che quando dobbiamo prendere delle decisioni importanti oppure quando dobbiamo fare qualcosa di nuovo e di impegnativo è opportuno evitare di lasciarsi influenzare troppo dalla prima impressione e prestare maggiore attenzione a valutare in modo più attento i vari stimoli, prendendosi il tempo necessario e canalizzando le nostre risorse in questa attività.

La prima impressione, quindi, non sempre è un giudizio definitivo ed immodificabile. Se qualcuno inizialmente sviluppa un’immagine negativa di un’altra persona, in futuro potrà cambiare idea, ma questo potrà avvenire solo se è motivato ad approfondire il giudizio e solo se possiede adeguate risorse cognitive e temporali per farlo, aspetti che non sempre sono presenti.

Quando desideriamo fare una buona impressione sugli altri, quindi, è opportuno cercare di trasmettere fin da subito un’immagine positiva di sé, curando anche i più piccoli dettagli ed acquisendo anche le giuste abilità se necessario. Ciò non significa fingere o mostrarsi per ciò che non si è, ma presentarsi al meglio delle proprie potenzialità, delle proprie caratteristiche e delle proprie risorse.

 “Non avrai una seconda occasione per fare una buona prima impressione” Oscar Wilde e la prima impressione è molto importante.

 Dott.ssa Erica Tinelli

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

L’ATTRAZIONE INTERPERSONALE: COME SCEGLIAMO AMICI E PARTNER