Se vogliamo dirigere la nostra vita, dobbiamo prendere il controllo delle nostre abitudini. Non è ciò che facciamo di tanto in tanto che plasma la nostra vita, ma ciò che facciamo QUOTIDIANAMENTE.”  Anthony Robbins

Le abitudini si costruiscono

Leggere, fare esercizio fisico, mangiare bene, dormire bene, suonare uno strumento, pianificare le varie attività, fare un bilancio di quanto fatto ogni giorno…sono soltanto alcune delle tante abitudini che ogni persona potrebbe imparare a costruire.

Le abitudini, infatti, non sono delle cose con le quali si nasce, non sono delle cose che si hanno oppure no. Si sviluppano nel tempo sulla base delle proprie preferenze e delle proprie esigenze.

La motivazione 

Costruire delle abitudini richiede sicuramente un certo impegno e non sempre è un processo semplice.

Per questo motivo molto spesso, prima di decidere di attivarsi per inserire una certa abitudine nella propria routine quotidiana, è importante analizzare la propria motivazione, ossia ciò che spinge ad introdurre quel cambiamento.

Ecco alcune domande che potete farvi per iniziare a riflettere sulla questione: quali potrebbero essere i vantaggi dell’inserire una certa abitudine nella vostra vita? E gli svantaggi? E’ davvero qualcosa che vi interessa tanto o che ritenete molto importante per la vostra salute, il vostro benessere o il vostro successo? Quanto siete disposti ad investire in termini di tempo e di impegno nella costruzione della nuova abitudine?

In questa fase è possibile rendersi conto che l’abitudine che si voleva sviluppare non è così importante come si credeva o che il rapporto tra i costi ed i benefici non è tale da garantire una motivazione sufficiente, elemento rilevante in qualsiasi attività che richiede impegno.

Al contrario, dopo aver analizzato la motivazione, è possibile invece rendersi conto che si desidera effettivamente sviluppare quell’abitudine. In tal caso è possibile comunque incontrare delle difficoltà nel proprio progetto.

Costruire le abitudini con obiettivi realisti e piccoli passi

Uno degli errori che viene commesso più spesso nella costruzione delle proprie abitudini riguarda la definizione e la pianificazione di obiettivi realistici.

Quando si desidera introdurre un cambiamento nella propria vita, infatti, spesso è necessario partire da piccoli passi e porsi obiettivi inizialmente più circoscritti per poi ampliarli gradualmente. Pensiamo, ad esempio, ad una persona che non ha mai fatto attività fisica, ma che vorrebbe inserire le corse, le passeggiate o la palestra tra le attività quotidiane. Per lei potrebbe essere troppo complesso inserire fin da subito quest’attività a pieno regime, mentre potrebbe essere più opportuno dedicarsi ad essa prima due volte a settimana, poi 3 fino ad arrivare a svolgerla quotidianamente.

Un ingrediente fondamentale: la costanza

Un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione riguarda la costanza che porta a ripetere la nuova attività più e più volte e a persistere quando si presentano difficoltà, che in genere sono inevitabili.

Inserire una nuova abitudine, infatti, può essere difficile, impegnativo e molto stancante, ma con il tempo e la costanza diventa sempre tutto più semplice. Non vi scoraggiate se dopo qualche settimana o qualche mese vi risulta ancora difficile gestire la vostra nuova abitudine: se è quello che davvero volete la perseveranza vi ripagherà.

Dott.ssa Erica Tinelli

3884462095

erica.tinelli@hotmail.it

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

EVITARE CHE I BUONI PROPOSITI FALLISCANO PUNTUALMENTE

NON RIESCI A RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI? ECCO PERCHE’!

VOLERE E’ POTERE? SI’, MA SOLO SE…

NON HAI TEMPO….O NON HAI VOGLIA?