Perché è importante la comunicazione?

La comunicazione è un aspetto quotidiano e pervasivo della nostra vita. Si comunica a lavoro, in famiglia, con gli amici, con i conoscenti, si comunica con chiunque e, a volte, anche senza rendersene conto. Infatti, secondo il primo assioma della comunicazione elaborato dagli studiosi della scuola di Paolo Alto è impossibile non comunicare in quanto tutti i comportamenti trasmettono un messaggio, anche quelli apparentemente più “passivi”, come il restare immobili e/o in silenzio o l’avere uno sguardo fisso davanti a sé. Si tratta di situazioni nelle quali senza usare parole si può comunicare, ad esempio, di non voler interagire con gli altri, di voler restare soli, di non sapere che dire o che fare.

Dal momento che è impossibile non comunicare e visto che con la comunicazione esprimiamo noi stessi, le nostre idee, i nostri desideri, il nostro modo di essere e influenziamo anche gli altri, diventa fondamentale imparare ad utilizzarla in modo efficace. Infatti, al di là dello specifico contenuto che vogliamo trasmettere e che dipende dalla circostanza, è molto importante prestare attenzione al modo con il quale comunichiamo.

Perché è importante comunicare in modo efficace?

Una stessa cosa può essere detta in tanti modi diversi: in modo più cordiale oppure più arrogante, in modo formale oppure amichevole, mettendo in luce la propria superbia o la propria modestia, facendo sentire l’altra persona valorizzata oppure svalutata, ecc…

Il modo in cui comunichiamo influenza la reazione ed il comportamento degli altri e l’efficacia della comunicazione stessa. Per questo, di volta in volta è molto importante riuscire ad adattare la nostra comunicazione alla specificità della persona e alla specificità della situazione. In alcuni casi è utile essere un po’ più duri, in altri un po’ più morbidi. A volte è necessario mostrarsi distaccati, altre volte è più funzionale creare un maggiore coinvolgimento emotivo. Ci sono delle circostanze nelle quali si tende ad incoraggiare le persone in difficoltà, ma questa strategia non è efficace sempre. E così via. La modalità comunicativa è importante perchè se non è adeguata può portare a dei dissapori o a dei veri e propri conflitti e può compromettere la possibilità di trovare un accordo o la qualità della relazione stessa. Vi è mai capitato che qualcuno vi dicesse qualcosa con cui eravate d’accordo, ma avete comunque risposto con aggressività o con la chiusura “solo” in virtù del fatto che quelle cose vi sono state dette nel modo sbagliato?

Piccoli consigli per iniziare a comunicare in modo efficace

Quando vogliamo comunicare con l’obiettivo di conoscere il punto di vista dell’altro e di arrivare ad un punto d’incontro ci sono tanti elementi che occorre saper gestire. La gestione della comunicazione efficace è estremamente complessa ed articolata, ma ecco alcune indicazioni per iniziare a destreggiarsi in questo mondo:

  • evita di far sentire l’altro giudicato, sotto accusa, “sbagliato” in quanto questo potrebbe indurlo a non sentirsi compreso e ad assumere una posizione difensiva o di attacco che lascia poco spazio al dialogo costruttivo. A volte la tentazione di rinfacciare certe cose può essere forte, ma se l’obiettivo è comprendersi e mettersi d’accordo questo atteggiamento porta fuori strada
  • se vuoi indurre la persona a vedere le cose da una prospettiva diversa, devi farlo dolcemente, senza svalutare il suo punto di vista (un esempio: “ho capito quello che intendi, ma forse ci sono altre cose da considerare,…”; “hai valutato anche ad altre possibilità o pensi che questa sia l’unica?”)
  • mostra interesse per quello che la persona dice, ad esempio facendo domande di approfondimento al momento giusto, ma anche curando la comunicazione non verbale (sguardi, sorrisi, postura, gesti)
  • non dare niente per scontato, non pretendere di sapere delle cose che l’altro non ha detto. Se mancano delle informazioni o se sono poche chiare fai altre domande. Non è una perdita di tempo, ti aiuta a comprendere meglio la situazione.

Dott.ssa Erica Tinelli

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

HO UN PROBLEMA CON…(I MIEI GENITORI, I MIEI SUOCERI, IL MIO CAPO,……)

LA COMUNICAZIONE AGGRESSIVA

DIFENDITI DAGLI ATTACCHI VERBALI

Per approfondire

Watzlawick P., Beavin J. H., Jackson D. D. (1971). Pragmatica della comunicazione umana. Studio dei modelli interattivi, delle patologie e dei paradossi. Astrolabio, Roma.

Nardone G. (2013). Correggimi se sbaglio. Strategie di comunicazione per appianare i conflitti nelle relazioni di coppia. Ponte alle Grazie, Milano.

Nardone G. (2015). La nobile arte della persuasione. La magia delle parole e dei gesti. Ponte alle Grazie, Milano