Il sesso rappresenta un aspetto fondamentale della vita di coppia o, più in generale, della vita sociale perché contribuisce a determinare il benessere sia individuale che relazionale. Per questo motivo i problemi sessuali –come l’anorgasmia, l’assenza di desiderio, i problemi di erezione o di eiaculazione- possono causare grande frustrazione e malessere.

Come si sviluppano i problemi sessuali?

I problemi sessuali possono dipendere da questioni fisiche e, infatti, chi sperimenta queste difficoltà spesso fa degli accertamenti medici per valutare la presenza di problemi organici. Alla base dei problemi sessuali ci può essere anche una dipendenza da farmaci, alcol o altre sostanze che va sempre considerata.

Molto spesso i problemi sessuali sono legati a problemi psicologici individuali –come l’ansia da prestazione- o a problematiche relazionali. 

L’intervento psicologico per il trattamento dei problemi sessuali

In alcuni casi i problemi sessuali non rappresentano gli unici problemi della coppia. A volte, infatti, oltre ai problemi sessuali sono presenti anche conflitti, rancori, difficoltà comunicative. In tali circostanze l’assenza o l’inadeguatezza dei rapporti sessuali può rappresentare una delle tante manifestazioni di problemi ben più ampi e generalizzati che andrebbero affrontati nel loro complesso, senza focalizzarsi esclusivamente sulla sfera sessuale.

Esistono, però, anche molte situazioni nelle quali le relazioni tra le persone sono molto soddisfacenti e l’unico problema è quello di natura sessuale che sarà, quindi, l’oggetto dell’intervento professionale.

La terapia breve strategica per il trattamento dei problemi sessuali

La terapia breve strategica si focalizza sull’analisi e sull’interruzione delle tentate soluzioni disfunzionali, cioè dei comportamenti disfunzionali messi in atto dalle persone per provare a risolvere i loro problemi.

La terapia breve strategica prevede l’utilizzo di specifiche tecniche e prescrizioni che porteranno la persona a sperimentare concretamente che può sostituire i comportamenti disfunzionali con comportamenti più utili.

Nel caso in cui i partner presentino problematiche più generali non riconducili solo al sesso, verranno date indicazioni che consentiranno di gestire e superare i conflitti, i rancori e le difficoltà comunicative.

Quando, invece, si ha a che fare “solo” con problematiche sessuali si analizzano le tentate soluzioni disfunzionali –sia individuali che relazionali- che determinano il mantenimento ed il peggioramento dello specifico problema. Tra le tentate soluzioni disfunzionali più diffuse, ad esempio, troviamo il tentativo di controllare e provocare volontariamente determinate sensazioni e reazioni che, per loro natura, dovrebbero essere spontanee. Il tentativo di controllo estremizzato conduce alla perdita di controllo e, per questo, deve essere interrotto.

Dott.ssa Erica Tinelli

Bibliografia

Nardone G., Rampin M. (2005). La mente contro la natura. Terapia breve strategica dei problemi sessuali. Ponte alle Grazie, Milano.

Nardone G., Balbi E., Boggiani E. (2020). Il piacere mancato. I paradossi del sesso nel nuovo millennio e la loro soluzione. Ponte alle Grazie, Milano.